Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Lettera aperta del Presidente di Confindustria Stefano Pileri alle micro web tv italiane: «Voi siete protagoniste delle opportunità del digitale. La vera sfida è la banda larga, ma anche la banda “piena” di idee e contenuti».

Stefano-pileri-m_t 
Durante il nostro meeting nazionale delle micro web tv abbiamo letto e distribuito in sala la lettera del Presidente di Confindutria Servizi Innovativi e Tecnologici Stefano Pileri. In questo post il messaggio completo, una testimonianza di stima e di attenzione verso il ruolo delle micro web tv italiane.

«È con particolare simpatia che saluto tutti i partecipanti a questo VI meeting delle micro web tv italiane al quale, non potendo intervenire personalmente per altri impegni programmati, ho il piacere di intervenire in modo “virtuale” con messaggio di buon lavoro e con un apprezzamento per l’impegno che questo settore esprime verso l’innovazione nel settore della comunicazione.
La cosa che colpisce della realtà rappresentata dalle micro web tv è la vivacità con la quale si muove in termini di iniziative, di idee, di occasioni. Un movimento che nasce dal basso e con risorse limitate, ma con grande entusiasmo e tanta passione. Un fenomeno che rappresenta, molto bene a mio avviso, i cambiamenti e le opportunità che le tecnologie digitali ed Internet stanno realizzando nella società.
Noi tutti ci aspettiamo molto dalla Rete ed è grande l’impegno che dobbiamo profondere per il suo sviluppo in termini di infrastrutture, di applicazioni e di servizi. Riteniamo ci sia una grande domanda potenziale ed è assolutamente necessario dar voce alle esigenze di oggi ed a quanto è ancora inespresso. È per questo che la grande sfida che abbiamo di fronte è quella della Banda larga (fissa e mobile) ma è anche quella della Banda “piena”: piena di contenuti, piena di idee, piena di attività.
Ma se vogliamo sempre di più muovere i bit invece degli atomi dobbiamo anche poterlo fare in modo adeguato e così come nel mondo analogico è necessario spostare un numero enorme di atomi anche nel mondo digitale dobbiamo poter veicolare in tempo reale almeno i Gigabit ed in prospettiva i Terabit.
Per raggiungere questo risultato come Confindustria stiamo spingendo verso l’implementazione dei nuovi servizi in rete per le imprese, nella sanità, nella scuola, per la logistica e la mobilità, per il turismo ed i beni culturali, per l’efficienza energetica, per dare spazio alla conoscenza e per migliorare la qualità della vita in quella che noi chiamiamo l“Italia digitale”.
È questo il futuro che vogliamo ed è questo il grande progetto che dobbiamo realizzare anche con il vostro “micro” contributo». Stefano Pileri, presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici.