Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Nella “terra dei fuochi” da ben tre anni i cittadini videodenunciano gli incendi dolosi. Ecco come la rete anticipa i drammi sociali. Tra l’indifferenza generale.

La Terra dei Fuochi.it - 05 
«C'è una terra che brucia ogni giorno tra l'indifferenza dei media ed uno Stato che non detiene il controllo del territorio». Parole di rabbia quelle di Angelo Ferrillo, trentatreenne informatore medico e videomaker per passione.

Angelo – insieme a migliaia di cittadini – vive da tempo questa tragedia in prima persona: la moltiplicazione degli incendi dolosi nel napoletano. In queste ore la tragedia campana è sulle prime pagine di tutti i giornali. Ma Angelo gia' tre anni fa ha deciso di imbracciare una telecamera e di denuciare questa pratica criminale. «Con Terradeifuochi.it abbiamo documentato anche venti roghi contemporanei al giorno. Mi sono avvicinato alla rete per esasperazione, per far conoscere questo dramma», mi ha raccontato Angelo nell'intervista che mi ha rilasciato per Nòva24 alcune settimane fa.
Ecco come la rete anticipa i drammi sociali e cerca di fornire risposte ancor prima che certe emergenze possano esplodere.